Siria Mainolfi

Milano, Luglio 2017


Buongiorno a tutti,

Visitando i ginecologi presenti nel mio portafoglio medici ho individuato una nuova applicazione del nostro ANGIOTON PLUS RETARD che può essere prescritto nei casi di “varicocele pelvico”.

 

Il varicocele pelvico è infatti una dilatazione patologica delle vene della zona pelvica, che insorge a seguito di un ristagno di sangue nei medesimi vasi venosi.
Talvolta, precisamente quando le vene dilatate comprimono gli organi pelvici adiacenti, la condizione di varicocele pelvico è associata a dolore addominale e ad altri sintomi. E’ molto difficile da diagnosticare è un qualcosa che si vede solo ecograficamente e si indaga dopo che si sono escluse tutte le altre eventualità  (per es eventuali aderenze)

L’ingrossamento delle vene, che ha luogo a causa del ristagno di sangue, ricorda molto quello osservabile in presenze delle cosiddette vene varicose. Tale somiglianza non è casuale, in quanto con molta probabilità il meccanismo fisiologico (ciò che scatena prima il ristagno e poi l’ingrossamento venoso) è lo stesso per entrambe le condizioni.
Ecco allora che l’assunzione di ANGIOTON Plus Retard  può rivelarsi un valido aiuto per ridurre la sensazione dolorosa e le dimensioni della dilatazione venosa.

Si può partire con una terapia di 2+2 compresse al giorno nella fase di riacutizzazione che dura circa una settimana (fase veloce e dolorosa) per passare poi ad 1+1  per 15 giorni e continuare con 1 compressa al giorno per un lungo periodo,  soprattutto se si riscontrano problemi circolatori anche alle gambe

 

Buon lavoro a tutti

Siria